lo statuto delle studentesse e degli studenti riassunto

4, comma 5 del D.P.R. Lo statuto degli studenti è un vero e proprio testo normativo che contiene i principali diritti di tutti i ragazzi che frequentano la scuola secondaria italiana, per tale dovendosi intendere sia la scuola secondaria di primo grado (cosiddette scuole medie) che quella di secondo grado (scuole superiori). Statuto delle Studentesse e degli Studenti Art. 1 – Vita della Comunità Scolastica 1. Lo Statuto delle Studentesse e degli Studenti è entrato in vigore da giugno 1998. Angelo Greco e iscritta presso il Tribunale di Cosenza, N.G.R 243/2016 - N.R. Lo statuto è valido per tutte le scuole secondarie d’Italia, cioè a tutte le scuole medie e alle superiori; ciò significa che qualunque studente di queste scuole può invocare l’applicazione delle norme contenute nello statuto, nel caso in cui dovesse ricorrere qualche violazione. In altre parole: a differenza della legge, la formazione non è uguale per tutti ma deve rispettare e valorizzare le capacità, le inclinazioni e le idee di ogni studente, garantendo la possibilità di formulare richieste, di s… 1) In queste frasi con cui si apre lo “Statuto delle studentesse e degli studenti” è efficacemente espresso il ruolo educativo che la scuola ricopre. Lo statuto degli studenti non prevede solo diritti, ma anche doveri a carico degli studenti. 3602, illustrativa del Regolamento di cui al D.P.R. 1 (Vita della comunità scolastica) 1. I dirigenti scolastici e i docenti, con le modalità previste dal regolamento di istituto, attivano con gli studenti un dialogo costruttivo sulle scelte di loro competenza in tema di programmazione e definizione degli obiettivi didattici, di organizzazione della scuola, di criteri di valutazione, di scelta dei libri e del materiale didattico. Il regolamento d’istituto è deliberato dal Consiglio d’istituto,  il quale rappresenta, insieme al Collegio dei docenti e ai Consigli di classe, il massimo organo collegiale della scuola, con il compito di deliberare sull’organizzazione e la programmazione della vita e dell’attività dell’istituto. La sua elaborazione è stata il risultato di un lungo confronto che ha coinvolto il mondo scolastico e in primo luogo gli studenti, attraverso le loro associazioni, le loro rappresentanze istituzionali e numerosissimi contributi inviati dalle assemblee d'istituto. 235/07 inserisce nello Statuto un art. Premesso che “Lo Statuto delle studentesse e degli studenti” definisce diritti e doveri degli studenti riportati rispettivamente negli artt. Statuto Studenti/esse; Organi Collegiali; Formazione Docenti; Carta dei Servizi; Codice di Comportamento; Codice Disciplinare; Calendario Scolastico; Piano Annuale delle Attività; Prove Invalsi; Cambridge International School; Scuola aperta; Progetti PON; ANAC - Bandi e Gare; Patto di Corresponsabilità; Sicurezza; Liceo. Statuto delle Studentesse e degli Studenti della Scuola Secondaria D.P.R. Lo scopo dello Statuto è quello di stabilire un sistema equilibrato di diritti basato su regole chiare e condivise. La scuola promuove e favorisce iniziative volte alla accoglienza e alla tutela della loro lingua e cultura e alla realizzazione di attività interculturali. Art. La scuola è luogo di formazione mediante lo studio, l'acquisizione delle conoscenze e lo sviluppo della coscienza critica. 249/98 e successivamente modificato con D.P.R. LO STATUTO DELLE STUDENTESSE E DEGLI STUDENTI La scuola è una comunità educante di dialogo e di ricerca; una palestra di esperienze sociali e di valori democratici che ha come obiettivo la retta crescita della persona. Le attività didattiche curriculari e le attività aggiuntive facoltative sono organizzate secondo tempi e modalità che tengono conto dei ritmi di apprendimento e delle esigenze di vita degli studenti. 1 (Vita della comunità scolastica) 1. Statuto delle studentesse e degli studenti. Decreto del Presidente della Repubblica n. 249, 24 giugno 1998, art. Le sanzioni che comportano l’allontanamento superiore a quindici giorni e quelle che implicano l’esclusione dello scrutinio finale o la non ammissione all’esame di Stato conclusivo del corso di studi sono adottate dal consiglio di Istituto.” Quali i doveri? "La Legge per Tutti" è una testata giornalistica fondata dall'avv. Art. Nell’art. 21/11/2007 N.235) DIRITTI E DOVERI Dallo STATUTO delle STUDENTESSE e degli STUDENTI Art.1 Vita della comunità scolastica La scuola è il luogo di formazione e di educazione mediante lo studio, DPR 24 giugno 1998, n. 249 - Regolamento recante lo Statuto delle studentesse e degli studenti dellascuola secondaria (in GU 29 luglio 1998, n. 175) modificato dal Non una formazione standard, ma che tenga conto , anche attraverso l’orientamento, dell’identità di ciascuno di loro e che sia aperta alla pluralità delle idee. lo statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria (in GU 18 dicembre 2007, n. 293) (N.B. 1 (Preambolo) 1. Spesso queste manifestazioni vengono tutt’oggi organizzate senza una precisa consapevolezza di ciò che si sta facendo e, soprattutto, di ciò che si chiede. docente, dirigente scolastico o consiglio di classe); il procedimento di irrorazione delle sanzioni [1]. Stampa 1/2016. 249/98), Testo dello Statuto delle Studentesse e degli Studenti dal Sito del Ministero dell'Istruzione (PDF), Statuto delle studentesse e degli studenti, Alta formazione artistica, musicale e coreutica, Ministero dell'università e della ricerca, Consiglio nazionale degli studenti universitari, Consiglio nazionale della pubblica istruzione, Personale amministrativo, tecnico e ausiliario, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Statuto_delle_studentesse_e_degli_studenti&oldid=117504740, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. La scuola è luogo di formazione e di educazione mediante lo studio, l'acquisizione delle conoscenze e lo sviluppo della coscienza critica. I punti salienti sono: Nota 31 Luglio 2008, Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione; Prot n. 3602/P0, Lo Statuto delle studentesse e degli studenti (D.P.R. La scuola è luogo di formazione e di educazione mediante lo studio, l'acquisizione delle conoscenze e lo sviluppo della coscienza critica. Come anticipato in premessa, lo statuto delle studentesse e degli studenti è un testo normativo a tutti gli effetti: esso è stato emanato nel 1998 con decreto del Presidente della Repubblica [1]. La scuola è luogo di formazione e di educazione mediante lo … Ugualmente, negli stessi casi e con le stesse modalità possono essere consultati gli studenti della scuola media o i loro genitori. 2. Lo statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria è la carta fondamentale per gli studenti italiani che frequentano la scuola secondaria e deve essere considerata da ogni istituto nella stesura del regolamento e del progetto educativo.. Lo statuto è stato modificato con il DPR del 21 novembre 2007, n. 235 "Regolamento recante modifiche ed integrazioni al decreto del Presidente della Repubblica 24 giugno 1998, n. 249, concernente lo statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria". Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato. Lo Statuto delle studentesse e degli studenti è stato istituito con D.P.R. Attualmente si sta parlando di modifiche allo Statuto (specie agli articoli 4 e 5) adottate dal governo italiano contro i fenomeni di bullismo dilaganti in Italia..mw-parser-output .chiarimento{background:#ffeaea;color:#444444}.mw-parser-output .chiarimento-apice{color:red}[senza fonte]. La scuola è luogo di formazione e di educazione mediante lo studio, l’acquisizione delle conoscenze e lo sviluppo della coscienza critica. La sua elaborazione è stata il risultato di un lungo confronto che ha coinvolto il mondo scolastico e in primo luogo gli studenti, attraverso le loro associazioni, le loro rappresentanze istituzionali e numerosissimi contributi inviati dalle assemblee d’istituto. Nei casi in cui una decisione influisca in modo rilevante sull’organizzazione della scuola gli studenti della scuola secondaria superiore, anche su loro richiesta, possono essere chiamati ad esprimere la loro opinione mediante una consultazione. Il diritto all’associazionismo scolastico si traduce nella possibilità, per tutti gli studenti delle scuole secondarie superiori, di eleggere un proprio rappresentante di classe e d’istituto, di godere di un tempo destinato alle proprie riunioni e di poter porre in essere attività autogestite. 2. Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria Sabato 07 Luglio 2018 17:47 DPR 24 giugno 1998, n. 249. L’Istituto rionose ome prinipi di ase he regolamentano la vita e l’attività solastia lo "STATUTO DELLE STUDENTESSE E DEGLI STUDENTI" nato con il D.P.R. La scuola è una realtà molto più complessa di quanto si possa immaginare: gli istituti sono retti da regole e norme che spesso non si conoscono. Cominciamo da quello che è più caro ai ragazzi: i diritti degli studenti. L’importanza dello statuto è di assoluto rilievo, tenuto conto del fatto che, essendo un testo approvato dallo Stato, prevale su qualsiasi regolamentazione interna da parte dell’istituto scolastico. Orientamento e Iscrizioni 2021-2022; AREA RISERVATA STUDENTI E GENITORI; Organizzazione Anno Scolastico 2020 / 2021; Modulistica Studenti e Genitori; ESAMI DI STATO 2020-21; Statuto delle Studentesse e degli Studenti; Orario Scolastico; Libri di Testo; Docenti . Cosa c’è scritto concretamente nello statuto delle studentesse e degli studenti? In sintesi, dunque, nel regolamento d’istituto si troveranno tutte le norme fondamentali per il funzionamento dell’intera scuola; oltre a ciò, vi sono riportati i principali diritti e doveri appartenenti a tutte le componenti scolastiche, dai professori agli alunni, passando per il personale ata. "Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria" Art. Lo statuto delle studentesse e degli studenti. La scuola è una comunità di dialogo, di ricerca, di esperienza sociale, ... nonché l'utilizzo di locali da parte degli studenti e delle associazioni. Quali sono i principali diritti degli alunni? gli studenti sono tenuti ad utilizzare correttamente le strutture, i macchinari e i sussidi didattici e a comportarsi nella vita scolastica in modo da non arrecare danni al patrimonio della scuola; gli studenti condividono la responsabilità di rendere accogliente l’ambiente scolastico e averne cura come importante fattore di qualità della vita della scuola. Articolo precedente Istruzioni per la prenotazione dello sportello temporaneo Articolo successivo Le assemblee di classe. Se ne vuoi sapere di più, prosegui nella lettura. Ovviamente, non è possibile fornire un’istruzione completamente personalizzata a ciascun alunno: ciò significa che, nei limiti del possibile, i professori dovrebbero tener conto delle esigenze manifestate dagli studenti e adeguare l’offerta formativa a queste concrete esigenze. Navigazione articolo. La scuola promuove e favorisce iniziative volte alla accoglienza e alla tutela della loro lingua e cultura e alla … − Vita della comunità scolastica 1. Il D.P.R. Ogni scuola deve deliberare un regolamento d’istituto nel quale sono scritte le regole fondamentali che reggono la scuola stessa. 1 (Vita della comunità scolastica) 1. Vediamone i principali. La maggior parte degli studenti, infatti, rivendica diritti (non meglio precisati) che ritiene essere stati lesi. Secondo lo statuto, lo studente ha innanzitutto diritto ad una formazione culturale e professionale qualificata che rispetti e valorizzi, anche attraverso l’orientamento, l’identità di ciascuno e sia aperta alla pluralità delle idee. Visite guidate e viaggi di istruzione; Studenti/Genitori . Notizie. 3 Gennaio 2019 Amministratore. Per quanto riguarda la privacy tra i banchi di scuola, esistono precise regole poste a tutela della riservatezza dei ragazzi, sia quando si trovano nelle aule scolastiche, sia quando si trovano al di fuori (in gita, ad esempio). AREA RISERVATA DOCENTI Esse tengono conto della situazione personale dello studente, della gravità del comportamento e delle conseguenze che da esso derivano”. Nasce dal confronto aperto dal Ministero della Pubblica Istruzione, su iniziativa del ministro Luigi Berlinguer, con gli studenti attraverso le varie consulte provinciali degli studenti, emanato con il decreto del Presidente della Repubblica 249 del 24 giugno 1998, n. 249. 2. Le modifiche introdotte dal DPR 21/11/2007, n.235 sono evidenziate in grassetto e sottolineate) Art. «La scuola è luogo di formazione e di educazione mediante lo studio, l'acquisizione delle conoscenze; delle competenze e della coscienza critica». Art. 2. dimensioni” (Statuto delle studentesse e degli studenti. DIRITTI DEGLI STUDENTI Lo Statuto dei diritti e dei doveri delle studentesse e degli studenti è un documento che tutti gli studenti dovrebbero leggere attentamente. Lo statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria Viene emanato il 24 giugno 1998 con l’intento di favorire la ripresa della partecipazione attiva alla vita della scuola; Viene modificato dal DPR 235 del 21 novembre 2007 a seguito di ripetuti episodi che avevano suscitato allarme sociale. Dunque, se una regola del regolamento d’istituto contrasta con quella dello statuto, essa sarà illegittima e non potrà essere applicata. 235 del 21 /11/ 2007, vi è esplicito riferimento alla “realizzazione di un’alleanza educativa tra famiglia, studenti e 249/98 e aggiornato dal D.P.R.235/07, che segue. 249/ del 24/06/1998 Art. Tra questi ricordiamo i seguenti: Email (obbligatoria se vuoi ricevere le notifiche), Notificami quando viene aggiunto un nuovo commento. La scuola è luogo di formazione e di educazione mediante lo studio, l'acquisizione delle conoscenze e lo sviluppo della coscienza critica. D.P.R. 24/6/1998 N.249 modificato con D.P.R. La scuola è una comunità di dialogo, di ricerca, di esperienza sociale, informata ai Regolamento recante lo Statuto delle studentesse e degli studenti Calendario scolastico 2020-21 | Back to school | Tema sul coronavirus | Temi svolti | Riassunti dei libri | Bonus 500 € 18enni Per quanto riguarda le naturali inclinazioni dei ragazzi, queste dovrebbero essere incoraggiate mediante metodi di studio che consentano agli alunni di esprimere le proprie potenzialità, ovvero consigliando loro percorsi di studi adatti alle loro esigenze. La comunità scolastica deve tutelare il diritto dello studente alla riservatezza e all’essere informato sulle decisioni e sulle norme che regolano la vita della scuola. n. 249 del 1998, laddove viene disposto che “…le sanzioni e i provvedimenti che comportano allontanamento dalla comunità scolastica sono adottati dal consiglio di classe. 1 (Vita della comunità scolastica) 1. Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria. n.235 del 21 novembre 2007) Art. Secondo lo statuto degli studenti, gli alunni stranieri hanno diritto al rispetto della vita culturale e religiosa della comunità alla quale appartengono. E così: Per quanto riguarda il diritto all’informazione, i professori e il personale addetto devono adeguatamente pubblicizzare le delibere più importanti riguardanti l’istituto scolastico: ad esempio, le delibere del Consiglio d’istituto devono essere affisse nelle apposite bacheche e pubblicate sul sito internet istituzionale. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 25 dic 2020 alle 10:17. Regolamento recante lo Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria (in GU 29 luglio 1998, n. 175) Vedi anche "Diritti e Doveri degli studenti" sul sito del MIUR. Lo statuto è stato modificato con il DPR del 21 novembre 2007, n. 235 "Regolamento recante modifiche ed integrazioni al decreto del Presidente della Repubblica 24 giugno 1998, n. 249, concernente lo statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria". 2. 1. Lo statuto degli studenti specifica altresì che gli alunni hanno diritto alla libertà di apprendimento ed esercitano autonomamente il diritto di scelta tra le attività curricolari integrative e tra le attività aggiuntive facoltative offerte dalla scuola. nuovostatutostudenti.pdf. Lo Statuto delle Studentesse e degli Studenti è entrato in vigore da giugno 1998. 249/ del 24/06/1998 e le modifiche apportate agli articoli 4 e 5 dal DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA del 21 Novembre 2007, n. 235 pubblicato sulla GU n. 293 del 18/12/2007 e in vigore dal 2 gennaio 2008 Art. In linea di principio, ciò presume che la sanzione irrogata allo studente sia oggettivamente sorretta da congrua motivazione, che si fonda su adeguata istruttoria, condotta dall’Autorità scolastica mediante l’audizione del ricorrente e degli studenti autori dell'atto contestato. 29-7-1998, n. 175). Statuto delle studentesse e degli Studenti ... La scuola è luogo di formazione e di educazione mediante lo studio, l'acquisizione delle conoscenze e lo sviluppo della coscienza critica. 235/2007.Lo Statuto ridefinisce la scuola “luogo di formazione e di educazione mediante lo studio”, ribadendo concetti fondamentali quali: la crescita della persona, lo sviluppo dell’autonomia individuale, il raggiungimento di obiettivi culturali e professionali. Ebbene, tutti, scolari e non, dovrebbero sapere che, in Italia, esiste un vero e proprio statuto degli studenti. Secondo lo statuto degli studenti, l’alunno ha diritto alla partecipazione attiva alla vita della scuola. 5 – bis con il quale si introduce il Patto educativo di corresponsabilità, finalizzato a definire in maniera dettagliata e condivisa diritti e doveri nel rapporto tra istituzione scolastica autonoma, studenti e famiglie e il cui obiettivo primario è quello di impegnare le famiglie, fin dal momento dell'iscrizione, a condividere con la scuola i nuclei fondanti dell'azione educativa. Statuto delle studentesse e degli studenti Decreto del Presidente della Repubblica 24 Giugno 1998, n. 249 con integrazioni apportate dal DPR n. 235 del 7 Dicembre 2007 Regolamento recante lo statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria. 2. n. 249 del 24 giugno 1998 e D.P.R. n. 235 del 2007, norma che ha integrato l’art. Sempre secondo lo statuto degli studenti, i regolamenti d’istituto delle singole scuole garantiscono e disciplinano l’esercizio del diritto di associazione all’interno della scuola secondaria superiore, del diritto degli studenti singoli e associati a svolgere iniziative all’interno della scuola, nonché l’utilizzo di locali da parte degli studenti e delle associazioni di cui fanno parte. 1 (Vita della comunità scolastica) La scuola è luogo di formazione e di educazione mediante lo studio, l’acquisizione delle conoscenze e lo sviluppo della coscienza critica. 1. Oppure iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. La scuola è una comunità di dialogo, di ricerca, di esperienza sociale, informata ai valori 1 – Vita della Comunità Scolastica gli studenti sono tenuti a frequentare regolarmente i corsi e ad assolvere assiduamente agli impegni di studio; nell’esercizio dei loro diritti e nell’adempimento dei loro doveri gli studenti sono tenuti ad mantenere un comportamento sempre corretto; gli studenti sono tenuti ad osservare le disposizioni organizzative e di sicurezza dettate dai. Lo statuto delle studentesse e degli studenti (D.P.R. In pratica, la scuola è tenuta a fornire un insegnamento che valorizzi le inclinazioni personali degli studenti, anche attraverso la possibilità di formulare richieste e di sviluppare temi liberamente scelti. Art. Regolamento d’istituto: cos’è? Il regolamento d’istituto prevede le modalità che garantiscono il buon funzionamento dell’intera scuola, con particolare riferimento al rapporto tra studenti e insegnanti, con lo scopo ultimo di assicurare una corretta programmazione e definizione degli obiettivi didattici. Vita della comunitA' scolastica. Lo Statuto dei diritti e dei doveri delle studentesse e degli studenti (D.P.R. Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria e REGOLAMENTO DI DISCIPLINA (DPR 249/98 e DPR 235/2007) (Approvato dal Consiglio di Istituto il 27/08/2015) Premessa: La scuola è luogo di formazione e di educazione mediante lo studio, l'acquisizione delle conoscenze e lo sviluppo della coscienza critica. Lo studente ha inoltre diritto a una valutazione trasparente e tempestiva, volta ad attivare un processo di autovalutazione che lo conduca a individuare i propri punti di forza e di debolezza e a migliorare il proprio rendimento. 2. Lo Statuto delle studentesse e degli studenti è stato istituito con D.P.R. 1 (Vita della comunità scolastica) 1. La Legge per Tutti Srl - Sede Legale Via Francesco de Francesco, 1 - 87100 COSENZA | CF/P.IVA 03285950782 | Numero Rea CS-224487 | Capitale Sociale € 70.000 i.v. Regolamento recante lo statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria D.P.R. La scuola è luogo di formazione e di educazione mediante lo studio, l’acquisizione delle conoscenze e lo sviluppo della coscienza critica. Lo Statuto è stato integrato da altre norme, in particolare nell’art. 235/2007. È dunque preciso dovere delle scuole far sì che venga rispettata l’identità culturale di tutti gli alunni, qualunque sia la loro provenienza. 1 e 2 e che nella premessa della C.M. n. 249 del 1998 è disposto che “Le sanzioni sono sempre temporanee, proporzionate alla infrazione disciplinare e ispirate al principio di gradualità nonché, per quanto possibile, al principio della riparazione del danno. Statuto delle studentesse e degli studenti. Articolo 1: Vita della comunità scolastica; diritto degli studenti alla partecipazione responsabile alla vita della scuola (art.2), diritto a una valutazione trasparente e tempestiva (art.2), disciplina del diritto di riunione e di associazione (art.2), dovere di un comportamento corretto e del rispetto di altre componenti della scuola (art.3), responsabilità di rendere accogliente l'ambiente scolastico e averne cura (art.3), trasparenza del sistema delle sanzioni (art.4), provvedimenti disciplinari con finalità educative secondo il principio della riparazione del danno (art.4), diritto alla difesa in caso di sanzioni disciplinari (art.4), la disciplina non può influire sulla valutazione del profitto (art.4), le sanzioni sono sempre temporanee e possono essere convertite in attività in favore della comunità scolastica (art.4), limiti alle sanzioni che comportano l'allontanamento dalla comunità scolastica (, diritto di presentare ricorso contro i provvedimenti disciplinari ad un, istituzione di un organo di garanzia che può dare parere vincolante sui provvedimenti disciplinari e sull'applicazione dello statuto (art.5), abolizione della bocciatura a seguito dell'insufficienza in. "STATUTO DEGLI STUDENTI E DELLE STUDENTESSE" - Modifiche ed integrazioni al decreto concernenete lo "Statuto degli studenti e delle studentesse" D. Lgs 21 Novembre n n.2007, n. 235 - … 4 del precedente Regolamento in materia disciplinare scolastica di cui al D.P.R. Gli studenti sono tenuti a mantenere un comportamento coerente e proprio di soggetti titolari di diritti, ma anche di doveri e 249/1998) ha costituito senza dubbio una delle innovazioni più significative di questi anni e, nello stesso tempo, una delle … 24 giugno 1998, n. 249 (G.U. Dunque, l’offerta didattica della scuola non dovrebbe essere “piatta”, cioè standardizzata per tutti, ma dovrebbe tener conto delle singole esigenze e inclinazioni. LO STATUTO DELLE STUDENTESSE E DEGLI STUDENTI (D.P.R. Statuto delle Studentesse e degli Studenti della Scuola Secondaria. 1 del D.P.R. Di cosa si tratta? 1 (Vita della comunita' scolastica) 1. "Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria" Art. Vediamo quali sono i principali diritti degli studenti contenuti all’interno dello statuto: enunceremo solamente i più importanti e significativi. La scuola è luogo di formazione e di educazione mediante lo studio, l’acquisizione delle conoscenze e lo sviluppo della coscienza critica. 249/98 e successivamente modificato con D.P.R. La sua elaborazione è stata il risultato di un lungo confronto che ha coinvolto il mondo scolastico e in primo luogo gli studenti, attraverso le loro associazioni, le loro rappresentanze istituzionali e numerosissimi contributi inviati dalle assemblee d’istituto.

Esercizi Present Perfect Simple E Continuous, Madre Fiducia Nostra Contralti, Fc Perugia Wiki, Marco Carta Sanremo, Frasi Riflessive Brevi,